itsqenfrderoes
FacebookTwitterLinkedinRSS FeedPinterest

Crisi: Coop, crollano i consumi. "1 famiglia su 4 e' indebitata"

Milano, 6 set. - In caduta libera il potere d'acquisto delle famiglie italiane, e di conseguenza i consumi: una discesa destinata a continuare anche a causa di un'inflazione che si stima arrivera' al 4,9% nel 2013. Lo afferma il rapporto Coop 2012 'Consumi & distribuzione', che parla inoltre di un reddito pro capite italiano tra i piu' bassi d'Europa e di una famiglia su 4 costretta a indebitarsi per fare fronte alle spese. Vincenzo Tassinari, presidente del consiglio di gestione di Coop Italia, sostiene la necessita' di un tavolo tra governo, industria e distribuzione per contrastare l'inflazione. Il quadro presentato dal rapporto Coop sui consumi e' impietoso. Il reddito pro capite di un italiano e' pari all'84% di un tedesco, tra i piu' bassi d'Europa. Questo diminuisce drasticamente il potere d'acquisto delle famiglie, il 25% delle quali deve indebitarsi per tirare avanti. La situazione rischia di peggiorare grazie a un'inflazione che si prevede arrivera' al 4,9% nel 2013. Intanto, si e' registrato un rincaro del gas del 16% nell'ultimo anno e della benzina del 18% nel solo primo semestre del 2012. Crollano il mercato immobiliare e quello dell'auto, che sprofonda ai livelli degli anni '70. Le prospettive di trovare lavoro sono del 24% contro il 57% tedesco. Non stupisce pertanto che il 70% degli italiani non sia sicuro di potere affrontare una spesa di mille euro al mese e che l'indice di fiducia sia passato dall'88% del 2005 all'attuale 41%. "A differenza del premier Monti, non vedo la luce alla fine del tunnel" ha detto Vincenzo Tassinari.
"Bisogna aprire un tavolo tra governo e imprese dell'industria e della distribuzione per stipulare un patto contro l'inflazione".

tratto da agi.it

Contattaci al numero verde


Non aspettare ancora e CHIAMA IL NUMERO VERDE cliccando qui 800.96.04.96 , ogni istante è importante e non puoi perderlo per pensare a cosa fare. I nostri legali ti spiegheranno GRATUITAMENTE come agire SUBITO per proteggerti oggi ed anche in futuro da imprevedibili e negativi eventi che ti possono rovinare la vita.


Noi tutti di Tutela Debiti vogliamo semplicemente aiutarti a capire gli errori che hai commesso, per poterti poi indicare come risolverli nei termini di legge, così da non trovarsi ancora in futuro con le stesse problematiche, e soprattutto, insegnarti come tutelare i tuoi beni per non correre il rischio di perdere tutte le tue proprietà faticosamente guadagnate nel corso della vita.

 

Ultima notizia

Sforbiciata a metà dei debiti. Ecco il p…

Un semplice tratto di penna che libera un consumatore dalla metà dei debiti. Un'assoluta anteprima per l'ordinamento italiano, poco conosciuta che ha visto omologato oggi a Pistoia, grazie al M.d.C...

Debiti col Fisco, uno su due paga a rate

Equitalia. «Più del 50% delle riscossioni è avvenuto tramite un dilazionamento» Gli italiani pagano a rate i debiti con il fisco, anche se di piccolo importo. Nell’anno che si è...

Anatocismo: banca condannata a risarcire…

Grande svolta in ambito di anatocismo bancario: il Tribunale di Treviso (sezione di Montebelluna, Giudice Susanna Menegazzi) con la sentenza n. 1101/13 del 10/6/13 ha condannato Banca Intesa a...

Le Iene e il tasso di usura delle banche

La Iena Luigi Pelazza ha indagato sui tassi di interesse delle banche e ha rilevato che in molti casi, sui prestiti che le banche hanno fatto in ...

Nella Legge di Stabilità 2013: possibile…

Equitalia fa un passo indietro sulle cartelle pazze; infatti saranno gli enti creditori ad occuparsi del diniego o dell’accoglimento della domanda di sgravio, alla società di riscossione rimarranno in gestione...