itsqenfrderoes
FacebookTwitterLinkedinRSS FeedPinterest

Bologna: si da' fuoco davanti Agenzia Entrate, "ho sempre pagato tasse"

Bologna, 28 mar. - Due biglietti. Il primo indirizzato alla moglie in cui chiede perdono per il gesto disperato e l'altro all'Agenzia delle Entrate dove rivendica di aver sempre pagato le tasse e chiede di lasciare in pace la coniuge e di non coinvolgerla nei contenziosi economici. E' quanto ha scritto il 58enne originario del casertano e residente ad Ozzano Emilia prima di tentare il suicidio dandosi fuoco nella sua auto proprio davanti ad una delle sedi dell'Agenzia delle Entrate di Bologna, in via Nanni Costa.

Nel secondo biglietto l'uomo ha chiesto scusa anche alla stessa Agenzia per quanto si apprestava a compiere.
Il 58 enne, di professione muratore, e' stato in un primo momento aiutato da un rumeno che ha spento, con il proprio giubbotto parte delle fiamme. Poi, due agenti della polizia municipale (quartiere Reno), nella zona perche' in servizio di viabilita' per una scuola lo hanno soccorso poco distante dall'auto. Sono stati avvisati da un'automobilista che aveva notato una vettura completamente coperta dalle fiamme. L'agente Lorenzo Rubbi si e' poi tolto il maglione buttandolo sui piedi dell'uomo bruciati dal fuoco.

"Quello che e' successo - ha detto Rubbi intervenuto con il collega Stefano Montalto - lascia molto amaro in bocca e un grande dispiacere per i famigliari dell'uomo". Il muratore, dopo un primo trasporto all'ospedale Maggiore di Bologna e' stato portato con l'elisoccorso al centro grandi ustionati di Parma dove e' ricoverato in rianimazione in gravi condizioni per ustioni in tutto il corpo.

tratto agi.it

Contattaci al numero verde


Non aspettare ancora e contattaci , ogni istante è importante e non puoi perderlo per pensare a cosa fare. I nostri legali ti spiegheranno GRATUITAMENTE come agire SUBITO per proteggerti oggi ed anche in futuro da imprevedibili e negativi eventi che ti possono rovinare la vita.


Noi tutti di Tutela Debiti vogliamo semplicemente aiutarti a capire gli errori che hai commesso, per poterti poi indicare come risolverli nei termini di legge, così da non trovarsi ancora in futuro con le stesse problematiche, e soprattutto, insegnarti come tutelare i tuoi beni per non correre il rischio di perdere tutte le tue proprietà faticosamente guadagnate nel corso della vita.

 

Ultima notizia

Sforbiciata a metà dei debiti. Ecco il p…

Un semplice tratto di penna che libera un consumatore dalla metà dei debiti. Un'assoluta anteprima per l'ordinamento italiano, poco conosciuta che ha visto omologato oggi a Pistoia, grazie al M.d.C...

Debiti col Fisco, uno su due paga a rate

Equitalia. «Più del 50% delle riscossioni è avvenuto tramite un dilazionamento» Gli italiani pagano a rate i debiti con il fisco, anche se di piccolo importo. Nell’anno che si è...

Anatocismo: banca condannata a risarcire…

Grande svolta in ambito di anatocismo bancario: il Tribunale di Treviso (sezione di Montebelluna, Giudice Susanna Menegazzi) con la sentenza n. 1101/13 del 10/6/13 ha condannato Banca Intesa a...

Le Iene e il tasso di usura delle banche

La Iena Luigi Pelazza ha indagato sui tassi di interesse delle banche e ha rilevato che in molti casi, sui prestiti che le banche hanno fatto in ...

Nella Legge di Stabilità 2013: possibile…

Equitalia fa un passo indietro sulle cartelle pazze; infatti saranno gli enti creditori ad occuparsi del diniego o dell’accoglimento della domanda di sgravio, alla società di riscossione rimarranno in gestione...